Il Club

ORGANIGRAMMA ATTUALE:

Presidente: Frezza Francesco Antonio

Vice Presidente: Zampieri Davide

Consiglieri: Bogo Alessandro, D’Incà Noemi, Mosca Angelo, Arato Roberto, Foscolo Alvise

Revisori dei Conti: Casal Umberto,Murer Luca, Fasolino Giulio

CENNI STORICI SULL’AEROCLUB DI BELLUNO

– Anni 1932-1936:Aldo Tait inizia sull’aeroporto di Belluno una scuola di volo a vela che consentirà alla sorella Elena di essere una delle prime donne in Italia a conseguire un attestato di volo.

– 18 settembre 1948: prima riunione di cui si ha notizia fra ufficiali e piloti dell’aeronautica con l’intento di creare un’associazione aeronautica in provincia.

– 29 gennaio 1949: presso la sede dell’Automobil Club viene deliberata le costituzione dell’Aeroclub “Arturo Dell’Oro”, dedicato, come l’aeroporto cittadino, al pilota medaglia d’oro al valor milìtare della prima guerra mondiale.

– Inizia subito la procedura per giungere alla federazione all’Aeroclub d’Italia

– Le attività svolte sono il volo a motore e il paracadutismo

– 17 maggio 1951: si svolge la prima assemblea ufficiale che sancisce l’entrata nell’Acroclub d’Italia

– Già nel corso degli anni cinquanta sono attive le due scuole di volo motore e paracadutismo con numerosi brevetti conseguiti.Vengono inoltre svolte numerose gare di velocità e regolarità.

– 2 settembre 1959:viene riconosciuta la personalità giuridica dell’Aeroclub con decreto del Presidente della Repubblica.

– Ottobre 1963 e mesi successivi:l’Aeroporto è la base logistica per gli aiuti alle zone sconvolte dal Disastro del Vajont.

– Novembre 1966: l’alluvione colpisce in particolare la zona della Valle del Cordevole. Anche stavolta l’aeroporto si rivela fondamentale per i soccorsi

– 1968: l’Aeronautica Militare cede in via provvisoria parte del sedime aeroportuale all’Aviazione Civile: L’Aeroclub da allora assume il compito assegnatogli dalla Direzione Aeroportuale di custode e gestore su delega dell’aeroporto civile.

– Primi anni settanta: il gruppo dei paracadutisti raggiunge livelli di preparazione ragguardevoli arrivando con la squadra alle finali del campionato italiano.

– Fine anni settanta: la crisi economica provoca la sospensione della scuola di volo motore

– Metà degli anni ottanta:dopo un periodo travagliato con numerosi cambi di presidenza si ripristina la scuola di volo motore,da allora senza più interruzioni.

– Primi mesi del 1990:consegna definitiva da parte del demanio militare a quello civile della pista e degli edifici annessi.

– 1990: Si svolge per la prima volta la competizione di paracadutismo con atterraggi di precisione che diventerà con gli anni il principale avvenimento agonistico annuale organizzato dall’aeroclub e che è conosciuta ancor oggi come “Europa Cup”

– Novembre 1991:il consiglio direttivo delibera la nascita della sezione di volo a vela Luglio 1993: il club acquista il primo aliante di proprietà, un Bergfalke IV: inizia l’attività di volo a vela con velivolo rimorchiatore esterno in affitto

– 1995:AECI assegna a Belluno un velivolo trainatone e nello stesso anno viene attivata la scuola di volo in aliante;

– 1996:Viene riaperta l’officina dopo quattro anni di chiusura

– 1997: Viene dato dal ministero il disciplinare per la scuola di volo in montagna,allora unica in Italia. Primi anni del nuovo secolo: si affaccia una nuova specialità il Volo da Diporto Sportivo

– 2001: Si svolgono a Belluno i Campionati italiani di volo a vela.

– 2003/2004. Viene acquistato il primo ultraleggero e viene attivata la scuola VDS ad ala fissa.

– 2005/2006.11 gruppo dei Paracadutisti,dopo alcuni anni di crisi,si riforma creando un’associazione aggregata al club e rimettendo il linea l’aereo per i lanci. La scuola ritorna a formare numerosi saltatori.

– 2006: L’aeroclub si fa promotore nei confronti degli Enti locali del riordino della struttura aeroportuale. L’amministrazione comunale risponde positivamente e porta avanti un progetto di riqualificazione che sta per essere portato a conclusione e permetterà di avere una realtà al passo     coi tempi

– 2009:Flotta in dotazione -Volo Motore 2 aerei quadriposto(Piper PA28 e Cessna 172);Volo a Vela: un traino (biposto Cessna 305), 2 alianti biposto (Twin Astir e ASK21), 2 alianti monoposto (Monoastir e ASW 1 9); Volo Diporto Sportivo: 2 biposti ultraleggeri tipo Tecnam P92;Paracadutismo: un velivolo da lanci Cessna 182.

PRESIDENTI DELL’AEROCLUB “ARTURO DELL’ORO” DI BELLUNO.

1° TESSARI ARRIGO

2° VECELLIO PIETRO

3° TESSARI ARRIGO

4° SERRAVALLO GIOVANNI

5° PARIS MARIO

6° BRESSAN GIOVANNI

7° TONIATO LUIGI

8° CALLEGARO GIUSEPPE

9° PETERLE ROBERTO

10°BORTOT NELLO

11° D’INCA’ GALLIANO

12° CURTI MAURIZIO

13° CHIESA DOMENICO

14° FREZZA FRANCESCO

29/01/1949 – 17/05/1951 17/05/1951*– 19/08/1964

19/08/1964 – 27/02/1966

27/02/1966 -10/03/ 1970

19/03/1970 – 27/09/1972

27/09/1972 – 26/09/1976

26/09/1976 – 27/03/1977

27/03/1977 – 24/01/1982

24/01/1982 – 04/07/1982

04/07/1982 – 25/03/1984

25/03/1984 – 03/11/1984

18/11/1984 – 25/03/1990

25/03/1990 – 20/06/1993

20/06/1993 – 28/02/2009

28/02/2009 – …..

  • Aeroporto “Arturo dell’Oro” Belluno

    Radio: 119.650 MHz
    Orientamento pista: 05/23
    Coordinate: N46° 10’ 0” E12° 14’ 53”
    Elevazione ft/slm (mt/slm): 1240 (378)
    Lunghezza mt: 812, erba

  • METAR da ISTRANA

  • Antincendio aeroportuale